Eva Mon Amour - Si Stava Meglio Prima (lyrics & video)

iogo · 1 · 445

Offline iogo

  • Hero Member
  • *****
    • Posts: 46439
    • Gender:Male
  • ignoramus et ignorabimus
    • romeingreek
    • corfuhistory
    • Γωνιές της Ρώμης


Eva Mon Amour - Si Stava Meglio Prima

Si stava meglio prima, si stava meglio prima, prima di che?
Si stava meglio prima, si stava meglio prima, ma prima di che?
Prima del fuoco o della ruota, della ruota di scorta o prima della scorta
Delle sostanze che stupiscono come la puzza dei minerva
O molto prima del jukebox o molto prima della boxe, che poi è sempre esistita
Come i problemi coi vicini, i problemi con l'alcol, i problemi di memoria
Si stava meglio prima, si stava meglio prima, prima di che?
Si stava meglio prima, si stava meglio prima, ma prima di che?
Prima delle eccezioni, dei trasporti eccezzionali, dei trasporti nazionali su gomma
Prima che le parole si appiccicassero a un'antenna
O molto prima dei graffiti, delle scritte dentro ai cessi
o prima degli effetti quelli dei fermenti lattici
Prima delle vertigini dei coriandoli, prima del rifiuto dei rifiuti tossici
Si stava meglio prima, si stava meglio prima, prima di che?
Si stava meglio prima, si stava meglio prima, ma prima di che?
E prima dei tamburi, dei clorofluorocarburi
o molto prima di youporn che prima stava dal barbiere
Prima delle scienze, prima delle scienze esatte, prima che la patente entrasse tutta in un bicchiere
O molto prima della sbornia, prima della California,
molto prima del tuo cane che è scappato e non ritorna
O prima della merda che è del cane dei vicini e che hai pestato un'altra volta
Si stava meglio prima, si stava meglio prima, prima di che?
Si stava meglio prima, si stava meglio prima, ma prima di che?
Prima che l'importante fossero le sfumature o il tratto dei contorni
Prima che venga notte o prima che ritorni
Molto prima che i tuoi occhi si mettessero a sparire
Prima che i tuoi occhi si mettessero a sparare...


 
"Io non odio persona al mondo, ma vi sono cert'uomini ch'io ho bisogno di vedere soltanto da lontano".
Ugo Foscolo - "Ultime lettere di Jacopo Ortis"


 

Search Tools